417 Simona Grossi Articoli
17 maggio, 2019

L’importanza della Comunicazione Interna e le pietre miliari di un brand consapevole

Istituito con la legge n. 133/2008, e sottoposto alla vigilanza del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) è un ente pubblico di ricerca italiano che si occupa di protezione ambientale, anche marina, delle emergenze ambientali e di ricerca. L'ISPRA è, inoltre, l'ente di indirizzo e di coordinamento delle agenzie regionali per la protezione dell'ambiente (ARPA) e coopera con l'Agenzia europea dell'ambiente e con le istituzioni ed organizzazioni nazionali ed internazionali operanti in materia di salvaguardia ambientale. Da un anno, poi, all’interno dell’importante ente pubblico è stata inserita fra le competenze dell’Area per la comunicazione istituzionale: la comunicazione interna, un fondamentale strumento strategico ritenuto ormai imprescindibile per supportare le politiche gestionali, organizzative e del personale di qualsiasi ente o azienda. Sempre più evidente è diventato il fatto che, sia nelle aziende private, sia nella pubblica amministrazione, occorre migliorare il dialogo tra le persone ed il clima di lavoro focalizzandosi non solo sugli aspetti tecnici, scientifici e professionali, ma anche umani. La comunicazione viene, così, ad assumere una funzione cruciale, nella definizione stessa dell’organizzazione e da questione solo apparentemente secondaria, relegata, un tempo, agli uffici stampa, e, comunque, rivolta prevalentemente quando non esclusivamente all’esterno, oggi assume una dimensione indispensabile anche all’interno delle organizzazioni. Ma a cosa serve, ed in sintesi, cos’è la comunicazione interna?

Per Comunicazione interna intendiamo, quindi, il complesso di attività - della comunicazione aziendale - finalizzate a creare una rete interna di flussi informativi e mirate, quindi, a diffondere informazioni, saperi e conoscenze e a rendere chiari e condivisi gli obiettivi di un’organizzazione complessa ai suoi dipendenti. Se si smette di considerare il cliente finale come l’unico destinatario delle attività dell’azienda e si cominciano a considerare anche aspetti come la qualità di vita nell’ambiente lavorativo, l’identità di visioni e obiettivi che accomunano il brand ai suoi dipendenti possiamo così facilmente comprendere anche quale sia il valore altamente strategico della comunicazione interna. E così un efficace piano di comunicazione interna crea complicità tra i dipendenti nelle politiche e nelle strategie adottate dall’impresa e ha come obiettivo la diffusione dell’identità e dei valori della società per rendere chiaro a tutti dove si sta andando, come lo si sta facendo, ma soprattutto il perché.

Attraverso la comunicazione interna si monitorano così i flussi informativi dell’organizzazione con strumenti che promuovano lo scambio ed il confronto di conoscenze e competenze. La realizzazione di azioni formali ed informali (top down / bottom up) qui è tutta indirizzata a comunicare con i dipendenti sia tramite meeting e Convention, sia tramite eventi di socializzazione, e team building al fine di rendere la comunicazione più partecipata possibile. Usando gli strumenti giusti e condividendo gli obiettivi, si possono, infatti, davvero trasmettere messaggi efficaci e aiutare i dipendenti a capire meglio i valori e la strategia aziendale. Fondamentale diventa così partire dall’ascolto e dalla partecipazione di tutte le risorse umane dell’azienda e questo perché ciascuno è sia produttore, sia fruitore (emittente e ricevente) della comunicazione interna, ma anche perché l’esperienza insegna che, se tutti gli attori concorrono a rendere la comunicazione interna più funzionale ed efficace, allora le nuove regole che creeremo saranno condivise e rispettate. L’innovazione tecnologica ha cambiato gli scenari collaborativi, ma ha anche creato nuove opportunità e nuove sfide per le aziende. Le competenze digitali giocano ovviamente un ruolo sempre più importante nella gestione della comunicazione interna aziendale. In un sistema di comunicazione 2.0 le singole persone sono poste in primo piano e continuamente coinvolte nel processo di scambio di informazioni ed esperienze. I trend più recenti mostrano che i mezzi di comunicazione interna più diffusi sono proprio le chat, anche via mobile.  Si sono rivelate, infatti, un supporto funzionale e utile. Indispensabili per chiedere e condividere informazioni e file, gestire operazioni multitasking, ma anche aumentare le interazioni tra le varie aree e raccogliere idee, facendo brainstorming.

Nei mesi passati in ISPRA sono stati così organizzati eventi, presentazioni e workshop; per il futuro è prevista, poi, la presentazione interna di tutti i Dipartimenti e i Centri nazionali ai quali si aggiungeranno seminari interni su temi specifici, quali, ad esempio, la comunicazione scientifica. Ed in più è in fase di progettazione una serie di corsi per il personale dirigenziale sulle tecniche e di ascolto e comunicazione con sessioni pratiche.

Chi fosse poi interessato a saperne di più, in attesa di nuove news, potrà contattare il numero 06-50072375 o mandare un email a chiara.bolognini@isprambiente.it.

Una gestione della comunicazione interna, improntata alla condivisione del maggior numero di informazioni e dati, sarà, infatti, più efficace. Questo perché un team ben informato sulle dinamiche aziendali e sui processi decisivi si mostrerà più produttivo, motivato e con un elevato senso di appartenenza. Condividendone la mission e la vision, ci si troverà, quindi, a fare, ancora di più, del proprio meglio per il bene dell’azienda o dell’ente di riferimento.

Simona Grossi